Anonimo ha scritto 3 anni fa

Buonasera,sono Ornella ho 50 anni e da un anno soffro di dolori diffusi in tutto il corpo. Il tutto è cominciato a Ottobre 2013 quando ad un certo punto non riuscivo più a muovere il braccio sx (tipo non potevo agganciarmi il reggiseno o non riuscivo a tirare su i pantaloni) fatto sta che dopo varie richieste il mio medico curante mi ha prescritto una R.M che ha evidenziato un forte infiammazione con liquidi alla spalla(causa ignota visto che non avevo subito traumi).Ho fatto terapia per 5 mesi per riuscire a riutilizzare il braccio.Il problema è che poi sono cominciati dolori al braccio DX,senza problemi di movimento,stanchezza e pesantezza alle gambe, dolore alla base del collo che si irradia alla mandibola,alle spalle,alle braccia,lungo la schiena fino alla vita.Da un paio di mesi delle volte sento la parteSX del viso come se fosse intorpidita . Negli ultimi 15/20 giorni la mano DX si intorbidisce fino a che non muovo le dita.Ho sempre un senso di stanchezza ed emicranie che prima non avevo (lavoro solo con il PC) e ho avuto da un anno a questa parte un forte abbassamento della vista.Calore che parte dalle gambe e circola in tutto il corpo.Inoltre delle volte mi capita di dimenticarmi le cose, i nomi delle persone e degli oggetti e penso una parola ma ne dico un altra .In passato ho sofferto di attacchi di panico e il mio medico mi dice che è tutto collegato a questo mio stato di ansia .Non sono assolutamente una ipocondriaca i sintomi reali ,e stanno debilitando il tenore di vita e poi parlando con dei conoscenti mi hanno detto non sarà mia Sclerosi multipla .Sono un bel po’ preoccupata

Redazione Staff ha risposto 3 anni fa

Prima di pensare ai mali peggiori cara Ornella ci permettiamo di consigliarle una visita osteopatica. A volte il problema è in alcune abitudini di cui non ci rendiamo neppure conto. La paura ed il senso di impotenza che deriva dalla mancata soluzione di quello che si prova può aggravare la situazione. In questo portale sono presenti figure importanti che la potrebbero aiutare. Il dr. Roberto Barsi potrebbe farle un esame generale e poi consigliarle di rivolgersi al Dr. Ciminiello od al Dottor Siclè. Porti tutti gli esami fino ad oggi eseguiti. Rimanga fiduciosa a volte la consapevolezza di potercela fare aiuta più di tante medicine.