Anonimo ha scritto 3 anni fa

Salve,
ho effettuato un test leuco-citotossico per intolleranze alimentari su 120 alimenti oltre celiachia.
Il risultato celiachia è stato: anti transglutaminasi IgA 3,3 ; anti gliadina IgA 2,8.
Per quanto riguarda il test citotossico è risultata: intolleranza grado 1 lievito di birra e cacao (astinenza 2 mesi) e
grado 2 latte vaccino (astinenza 2 mesi).
E’ già un anno che ho eliminato latte e prodotti del latte poichè avevo notato che la loro assunzione mi provocava colite,
episodi di diarrea e altri disturbi.
Da quanto leggo l’intolleranza al lievito di birra comporta astinenza dall’assunzione oltre che del lievito di birra, anche
di quello naturale o madre, formaggi stagionati e fermentati, aceto, vino e birra, yogurt, alcuni tipi di the e comunque
tutto ciò che è soggetto a fermentazione. Il che significa ridurre notevolmente la rosa di cibi che si possono consumare.
Vorrei capire se per un’intolleranza come quella emersa dal test implica doversi astenere per 2 mesi da tutti i cibi
sopraelencati e tutto ciò che fermenta. E poi a compimento dei due mesi di astinenza, tutto quanto eliminato va
reintrodotto poco per volta per quanto tempo? E’ probabile che ci sia successivamente necessità di eliminare per tot tempo
quei prodotti?
Mi chiedevo, inoltre, se in virtù dell’intolleranza al latte vaccino sia possibile consumare formaggi freschi di pecora o
capra o se anche questi in virtù di quanto detto sono da escludere.
Attualmente sto assumendo da qualche giorno Lactobacillus acidophilus.
Ringrazio per qualsiasi suggerimento utile.