APGR Dr. Fabio Scutellà

,

APGR Dr. Fabio Scutellà vuol dire individuare la figura che si occupa della parte protesica all’ interno dello studio A.P.G.R. Il dottore opera normalmente a Milano, ma ogni settimana è a Roma presso la clinica odontoiatrica A.P.G.R. Si occupa solo di protesi e della risoluzione di ogni problema legato a: denti mancanti, ricopertura dei denti con vari materiali come ceramiche e compositi. E’ poi sua competenza la protesizzazione di quegli impianti oggi diventati di moda nel campo odontoiatrico. Una delle maggiori innovazioni nell’ ambito protesico è la possibilità di utilizzare nuovi strumenti altamente tecnologici che permettono ai clinici di eliminare le impronte. Le impronte sono sempre state odiate dai pazienti per il fastidio collaterale al fatto di sentire in bocca materiali che per quanto aromatizzati sono sempre materiali estranei e per l’invasività di quegli strumenti che riempono la bocca e tolgono il respiro. Oggi la scienza ha radicalmente mutato questo tipo di impatto. APGR Dr. Fabio Scutellà un connubbio dovuto proprio all’esperienza maturata a Milano ed all’estero con le nuove tecnologie. Oggi esiste la possibilità di utilizzare scanner intraorali ottici che tramite un pennino permettono la rilevazione dell’impronta dell’arcata dentaria. La scomparsa dei materiali da impronta permette in abbinamento con altri strumenti sofisticati di poter realizzare corone e protesi definitive nell’arco di due ore dalla presa dell’impronta. Che rivoluzione: meno fastidi e risparmio di tempo. Fino a ieri si doveva andare dal dentista, sottoporsi alla penosa presa dell’impronta, aspettare giorni che il laboratorio odontotecnico completasse il lavoro del manufatto protesico. A volte passava una settimana e non sempre il calco era preciso ed a volte si doveva ripetere l’operazione. Oggi questi nuovi macchinari super tecnologici sono computerizzati e robotizzati. La presa d’impronta è immediata quasi come per una fotografia tridimensionale. Scompaiono i materiali e gli strumenti di varia misura da inserire nel cavo orale e la realizzazione del manufatto protesico definitivo in ceramica o composito ( altamente estetici ) in meno di 2 ore. Il sistema di scanner intraorale ottico è un sistema combinato in cui vi è una macchina utilizzata in ambito clinico per rilevare l’impronta (attraverso una penna che emette una luce blu) dopo il file acquisito viene inviato ad una seconda unità di laboratorio, che si trova in una stanza adiacente alla poltrona. Il secondo apparecchio esaminail file e lo mostra al medico che decide il tipo di progetto da utilizzare per la realizzazione del manufatto. Vengono presi in considerazionei vari parametri come le caratteristiche anamorfiche, quelle dunzionali, e ovviamente il problema estetico. A questo punto la macchina ha tutti i dati necessari per iniziare la lavorazione della corona partendo da un blocchetto di ceramica del colore prescelto. In soli 15 minuti viene realizzata la nuova corona definitiva- Prima della cementificazione quest’ultima deve deve essere inserita in un forno di cottura per l’indurimento definitivo della ceramica e per raggiungere quelle caratteristiche estetiche indispensabili. Con queste stesse macchine possono anche essere realizzate le cosiddette faccette estetiche tanto di moda soprattutto nel mondo dello spettacolo, della televisione ed anche in politica. Tutti coloro che hanno bisogno di un sorriso accattivante vi ricorrono sempre più spesso. APGR Dr. Fabio Scutellà non poteva non essere all’avanguardia anche in questo settore. Le nuove macchine sono utilissime per ridurre i tempi, per garantire massima qualità e rispettare il paziente con tecniche non invasive.
dt_sc_clear]

APGR Dr. Fabio Scutellà vuol dire individuare la figura che si occupa della parte protesica all’ interno dello studio A.P.G.R. Il dottore opera normalmente a Milano, ma ogni settimana è a Roma presso la clinica odontoiatrica A.P.G.R. Si occupa solo di protesi e della risoluzione di ogni problema legato a: denti mancanti, ricopertura dei denti con vari materiali come ceramiche e compositi. E’ poi sua competenza la protesizzazione di quegli impianti oggi diventati di moda nel campo odontoiatrico. Una delle maggiori innovazioni nell’ ambito protesico è la possibilità di utilizzare nuovi strumenti altamente tecnologici che permettono ai clinici di eliminare le impronte. Le impronte sono sempre state odiate dai pazienti per il fastidio collaterale al fatto di sentire in bocca materiali che per quanto aromatizzati sono sempre materiali estranei e per l’invasività di quegli strumenti che riempono la bocca e tolgono il respiro.
APGR Dr Fabio Scutella
Date Published: 05/28/2014
Implantologia, Protesi fisse e mobili
5